Motus. Twin Rooms. 2002. Foto di Riccardo Persona. Pubblicata in «www.motusonline.com», 2015.

Twin rooms. 2002.


Twin rooms. 2002
ideazione e creazione Enrico Casagrande e Daniela Nicolò
con Vladimir Aleksic, Renaud Chauré, Eva Geatti, Dany Greggio, Caterina Silva, Damir Todorovic
editing audio Enrico Casagrande
fonica Carlo Bottos
luci Daniela Nicolò in collaborazione con Luigi Biondi
operatori Barbara Fantini e Daniele Quadrelli
progettazione scenica Fabio Ferrini
costruzione e direzione tecnica Tommaso Maltoni con la collaborazione di Dany Greggio
una produzione Motus e La Biennale di Venezia
in collaborazione con Teatro Sanzio/Comune di Urbino, Kampnagel Internationale Kulturfabrik di Amburgo, Santarcangelo dei Teatri, Infinito ltd Gallery di Torino, Xing di Bologna
con il sostegno di Eti, Provincia di Rimini, Regione Emilia Romagna
Prima rappresentazione Teatro Piccolo Arsenale (nell’ambito del festival ‘Temps d’Images’ organizzato da La Biennale di Venezia) 9 – 10 Febbraio 2002

Presentazione Twin Rooms
di Patrizia Bologna
Twin Rooms è uno degli episodi del progetto Rooms: la camera d’albergo e set cinematografico che ha debuttato nel febbraio 2002 al Teatro Piccolo Arsenale di Venezia in occasione della manifestazione “Temps d’Image. Smascheramenti di immagini e di corpi in tempo di Carnevale” organizzata da La Biennale di Venezia che dello spettacolo è anche coproduttore.
La vicenda è tratta principalmente dal romanzo White noise di Don DeLillo: una vicenda che è però continuamente frammentata, sincopata, tagliuzzata come in un montaggio delirante in cui non ha senso ricomporne la narratività. La “Twin room” sottolinea il potenziale della stanza d’albergo a essere vissuta per un tempo breve e quindi di esacerbare l’idea di costruzione di una pièce teatrale, di uno spettacolo per frammenti che composti insieme in una partitura possano fornire un’idea di evoluzione, di storia irraggiungibile e inafferrabile che si dilata e si contrae allo stesso tempo in forme e dimensioni plurime. Continua a leggere…

SCRITTI DEGLI ARTISTI
Annamaria Monteverdi, Daniela Nicolò, arteatro_interviste. Motus, «www.exibart.com», 11 giugno 2003.
Enrico Casagrande, Daniela Nicolò, Sulla necessità dello sguardo, «Biblioteca Teatrale», n. 74-76, Roma, Bulzoni, aprile-dicembre 2005.
Tiziano Fratus, Enrico Casagrande, Daniela Nicolò, In un contemporaneo che divora. Conversazione con Enrico Casagrande, Daniela Nicolò, in Tiziano Fratus (a cura di) Lo spazio aperto. Il teatro ad uso delle giovani generazioni, Editoria&Spettacolo, Roma 2002.
Daniela Nicolò, Fuori dal mondo conosciuto, in Paolo Ruffini, Ipercorpo. Spaesamenti nella creazione contemporanea, Editoria&Spettacolo, Roma 2005.
Gilberto Santini, Enrico Casagrande, Daniela Nicolò, Motus vivendi, in Gilberto Santini, Lo spettatore appassionato - appunti dal teatro del presente, Edizioni ETS, Pisa 2004.
GALLERIA FOTOGRAFICA
Foto di Riccardo Persona e Max Botticelli
pubblicate in motusonline
VIDEO
Video che mette in evidenza la struttura della scena per lo spettacolo
Twin Rooms
Short version
RECENSIONI
Antonio Caronia, Il rumore delle parole che diventano corpo, «l'Unità», 17 agosto 2002
"Twin Rooms", uno show d'azione e di immagini digitali, «Il Messaggero», 4 aprile 2003
MATERIALI DI CONTESTO
Splendid's - il film
Prodotto a distanza di quasi due anni dal debutto dello spettacolo "Splendid's" e dopo una tournèe italiana ed europea che l'ha visto ambientato in più di cento diversi hotel. "Splendid's è una elegante danza funebre, che ha per fulcro il passaggio all'altra sponda, che sia quella del crimine, dell'omosessualità, della diserzione, della debolezza, della rottura delle convenzioni borghesi, che, inevitabilmente, quella dell'assassinio o del suicidio. E qui emerge un tagliente punto d'unione con Twin Rooms, dove l'interrogativo di DeLillo "Tu sei un assassino o uno che muore?" Trova altre risposte." [Note di regia, pubblicate sul sito web di Motus]

Lascia un commento