Achille Perilli, Gruppo Altro. Altro/Merz.1973. Pagina tipografica in costruzione. Pubblicata in 'Altro. Dieci anni di lavoro intercodice', edizioni Kappa, 1981
Achille Perilli, Gruppo Altro. Altro/Merz.1973. Pagina tipografica in costruzione. Pubblicata in 'Altro. Dieci anni di lavoro intercodice', edizioni Kappa, 1981

Altro/Merz, 1973-1974

Altro/Merz (1973-‘74)

Mostra spettacolo da/di Kurt Schwitters
consulenza musicale di Aldo Clementi e Walter Branchi
di e con: Franca Alcione, Patrizia Ambrosecchia, Alberto Bardi, Renato Brandi, Stefania Ciaraldi (Anna Blume), Piero Cutilli, Pasquale De Antonis, Riccardo De Antonis, Gianfranco Evangelista, Giorgio Granito, Romeo Guaricci, Lucia Latour, Daniela Lezzi, Roberta Lezzi, Marina Lund, Bruno Magno, Vito Martielli, Luciano Martinis, Romano Martinis, Isabella Montezemolo, Giovanni Puma, Renato Pedio, Achille Perilli, Ariana Ronovà, Christine Sitte (Auguste Bolte), Gino Sputore, Gianni Trozzi.
Prima esecuzione Roma, Spazio Altro Via del Fico n. 3, 4 dicembre 1973
Repliche:
Roma, 6 marzo 1974, Contemporanea.
Salerno, 4 maggio 1974, 2° rassegna incontro: Nuove tendenze.

Merzbot!

di Daniele Vergni
Altro/Merz – mostra spettacolo da/di Kurt Schwitters – segna l’approdo del Gruppo Altro al teatro, inteso dal gruppo come contenitore di codici da far deflagrare. Altro/Merz si articola attorno ad un elemento primario: il ritmo. Del resto il ritmo può essere considerato l’elemento intercodice per eccellenza in quanto variazione continua. Il gruppo abbraccia l’ipotesi di un’assenza di centro, che produce azioni che s’intersecano, eclissano e collassano alterando, dilatando o concentrando lo spazio e il tempo. Ciò che avviene – l’atto fisico, sia esso corporeo, sonoro, luminoso – si trova ad apparire e scomparire nello spazio variato che l’utilizza. Il ritmo qui è sintesi, prodotto dei materiali s-codificati e, contemporaneamente, tira le fila del gioco scenico attraverso due elementi: il primo di stampo costruttivista, riassumibile nel concetto di dislocazione spaziale dei materiali attraverso composizione, scomposizione e ricomposizione; il secondo di derivazione dadaista dove il gioco tra significante e significato deborda.     Le azioni si susseguono senza soluzione di continuità. Abbiamo dapprima l’azione luce, sul testo Merz di Schwitters, con voce registrata e letture dal vivo. I performer maneggiano, al buio, corde tese in precedenza nello spazio e ricoperte con colori fluorescenti. In questa maniera creano uno spazio statico, basandosi per la composizione sui ritmi derivati dalla lettura della prima sezione dell’Ursonate di Schwitters, dalla registrazione originale. Attraverso la corda, sempre in tensione, manovrata dagli attori, vengono provate tutte le possibilità di movimento: orizzontale, verticale, obliquo, a gesti ampi o limitati, prima in un’esposizione seriale, poi attraverso libera ripetizione. Si passa così all’interno della composizione, dalla struttura fissa alla procedura mutevole, caratterizzata da una messa in variazione continua degli elementi. La prima azione è costruita sulla dicotomia spazio statico/spazio dinamico ed è frantumata dall’azione acustica che a guida dei movimenti disattende ogni possibile costruzione permanente. Segue l’azione dei burattini, incentrata sul suono. I burattini sono distribuiti ai lati della pedana, dietro a teli da cui sbucano e rientrano alternativamente – attraverso una partitura che prevede tempi precisi, ritardi e ritmi – reificando il testo-collage fatto di luoghi comuni della pubblicità, della politica, dell’informazione ma anche locuzioni idiomatiche e stralci di testi di Schwitters con lo scopo di valorizzare il banale. È l’applicazione delle banalitaten in cui si recupera il linguaggio quotidiano e il gesto abituale.

Continua a leggere...

I documenti sono pubblicati in lingua originale. In caso si sia reperita la traduzione, vengono pubblicati sia l'originale che la traduzione.

Locandina
Altro/Merz
1973
Disegni e Bozzetti
Altro/Merz
1973
pubblicati in Altro. Dieci anni di lavoro intercodice, edizioni Kappa, 1981
Testo verbale
Gruppo Altro, Azione Burattini, in Altro. Dieci anni di lavoro intercodice, edizioni Kappa, 1981
Gruppo Altro, Lo spartito di un burattino, in Altro. Dieci anni di lavoro intercodice, edizioni Kappa, 1981
Kurt Schwitters, Azione Anna Blume, in Altro. Dieci anni di lavoro intercodice, edizioni Kappa, 1981
Kurt Schwitters, Azione Auguste Bolte, in Altro. Dieci anni di lavoro intercodice, edizioni Kappa, 1981
Kurt Schwitters, Azione Drei, in Altro. Dieci anni di lavoro intercodice, edizioni Kappa, 1981
Kurt Schwitters, Azione Gedichte 25 (elementar), in Altro. Dieci anni di lavoro intercodice, edizioni Kappa, 1981
Kurt Schwitters, Azione luce, in Altro. Dieci anni di lavoro intercodice, edizioni Kappa, 1981
Kurt Schwitters, Sezioni O, P e Q dell'Ursonate, in Altro. Dieci anni di lavoro intercodice, edizioni Kappa, 1981
Kurt Schwitters, Prima sezione dell’Ursonate, in Altro. Dieci anni di lavoro intercodice, edizioni Kappa, 1981
Kurt Schwitters, Sezioni O, P e Q dell'Ursonate, in Altro. Dieci anni di lavoro intercodice, edizioni Kappa, 1981
Scritti degli artisti e interviste
Gruppo Altro, Altro Merz 1974, in Altro. Dieci anni di lavoro intercodice, edizioni Kappa, 1981
Galleria fotografica
Altro/Merz
1973
pubblicati in Altro. Dieci anni di lavoro intercodice, edizioni Kappa, 1981
Recensioni
Angelo Maria Ripellino, L'umorismo di uno starnuto, «l’Espresso», 16 settembre 1973
R. A., Teatro Merz, «l’Unità», 16 dicembre 1973
Achille Perilli / Gruppo Altro, Altro/Merz, 1973-1974 : Bibliografia
bibliografia
a cura di Daniele Vergni

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.