Roberto Latini. I Giganti della Montagna. 2015. © Foto di Futura Tittaferrante. Pubblicata in «TeatroeCritica», 4 febbraio 2015.

I Giganti della Montagna, 2015

Il focus è stato pubblicato nella sezione allegati del n°1 di Sciami|ricerche

Roberto Latini/Fortebraccio Teatro, I Giganti della Montagna (2015)

Di Luigi Pirandello
Adattamento e regia Roberto Latini
Musiche e suoni Gianluca Misiti
Luci e direzione tecnica Max Mugnai
Con Roberto Latini
Video Barbara Weigel
Elementi di scena Silvano Santinelli, Luca Baldini
Assistenti alla regia Lorenzo Berti, Alessandro Porcu
Direzione tecnica Max Mugnai
Movimenti di scena Marco Mencacci, Federico Lepri
Organizzazione Nicole Arbelli
Foto Simone Cecchetti
Produzione Fortebraccio Teatro
In collaborazione con Armunia Festival Costa degli Etruschi, Festival Orizzonti. Fondazione Orizzonti d’Arte, Emilia Romagna Teatro Fondazione.
Prima rappresentazione: Casalecchio di Reno, Pubblico. Il Teatro di Casalecchio di Reno, 29 gennaio 2015.

I Giganti della Montagna, 2015 – presentazione

di Serena Terranova
Entriamo sulla parola «Immaginazione!». Proiettata sul tulle che filtra lo sguardo del pubblico verso la scena, la “parola” è in realtà un monito, un sostantivo che si fa verbo declinato all’imperativo. L’esortazione che Latini ci propone è un invito sottratto alle battute di Cotrone, il Mago degli abitanti della Villa della Scalogna dentro e fuori la quale si svolge il celebre dramma di Luigi Pirandello.

I giganti della montagna, opera incompiuta del grande autore siciliano, scritta a partire dal 1931 circa e mai terminata, si svolge nei dintorni di una Villa nella quale sette figure, dette “gli Scalognati” dal nome dell’abitazione, vivono ai margini del Paese, della realtà ordinaria. All’inizio del dramma giunge dal basso del Paese la Compagnia della Contessa, un gruppo di Comici sull’orlo del crollo economico a causa del fallimento dell’ultima rappresentazione, dal titolo La favola del figlio cambiato, altra opera di Luigi Pirandello del 1930-32. L’incontro tra i due gruppi avviene di fronte alla Villa, dopo il tentativo – non riuscito – degli Scalognati di allontanare la comitiva con luci e suoni, «apparizioni, per spaventare la gente e tenerla lontana!» come spiega il Nano Quaquèo a Cromo e agli altri comici.

Nell’opera di Pirandello l’inizio è già un affollamento, di personaggi (sette sono gli Scalognati e otto i comici), di suoni («Dall’interno della villa si ode […] un canto balzante, che ora scoppia in strilli imprevisti»; «scrosci di catene») e di luci («intonaco rossastro scolorito»; «lampi d’estate»; «strani lumi colorati»; «un riflettore verde»; «larghi fiati di luce»). Quando lo spettacolo di Roberto Latini/Fortebraccio Teatro ha inizio, però, sulla scena compare l’attore solo. Partendo dalla battuta finale «Io ho paura» del terzo Momento, come nota Alessandro Toppi nella sua recensione, Roberto Latini assume su di sé, una in fila all’altra, tutte le battute dei tanti personaggi del testo teatrale. I dialoghi assumono così la fluidità e la compattezza di un monologo, dando forma a un discorso unitario che fila sulle note della colonna sonora di Gianluca Misiti. Latini è dunque seduto di fronte a un microfono, la musica sale di ritmo e le voci dei personaggi si fondono in quella di un unico coro; le gambe dell’attore tremano, continuamente, mentre le parole incalzano fino alla prima pausa: «Eccoli», annuncia Quaquèo, e avviene l’incontro tra le due compagnie. Continua a leggere…

I documenti sono pubblicati in lingua originale. In caso si sia reperita la traduzione, vengono pubblicati sia l'originale che la traduzione.

Locandina
I Giganti della Montagna
2015
Scritti degli artisti e interviste
Roberto Latini, I Giganti della Montagna - Note di regia, «www.fortebraccioteatro.com», 29 gennaio 2016 ( En )
Galleria fotografica
I Giganti della Montagna, 2015
Roberto Latini
© Foto di Simone Cecchetti e di Futura Tittaferrante.
Video
I Giganti della Montagna, 2015
Roberto Latini
Riprese di Mario Pantoni e Francesco Di Trapani
Recensioni
Massimo Marino, Fantasmi pirandelliani, «Doppiozero», 10 luglio 2014
Nicola Arrigoni, Sul Grande fiume Latini/Cotrone, l'immaginazione contro i Giganti, «La Provincia» di Cremona, 1 agosto 2014
Massimo Marino, Fantasmi ai bordi della vita, «BOblog - Il Corriere della Sera» di Bologna, 5 febbraio 2015
Renata Savo, Noi, spettatori-fantasma di un teatro moribondo ne "I giganti della montagna " di Roberto Latini, «Recensito», 27 febbraio 2016
Materiali di contesto
I Giganti della Montagna, edizione radiofonica
Messa in onda da Radio3 Rai il 7 novembre 2014 (precede l’opera un’intervista all’autore a cura di Antonio Audino)

2 Comments

Lascia un commento