Categorie
Carrozzone-Magazzini criminali-Magazzini-Lombardi Tiezzi

Magazzini Criminali

I Magazzini Criminali. Crollo nervoso. 1980. Foto di Piero Marsili. Pubblicata in Rossella Bonfiglioli (a cura di) 'Frequenze barbare : Teatro Ambiente, Cinema, Mass Media, Metropoli, Musica, Pornografia nel Carrozzone Magazzini Criminali Prod.', La Casa Usher, Firenze 1981, p.61

Magazzini criminali. Note biografiche

di Mauro Petruzziello
È sui banchi del liceo classico Francesco Petrarca di Arezzo che Sandro Lombardi, Loriana Nappini (che poi prenderà il nom de plume Marion D’Amburgo) e Federico Tiezzi si incontrano. La loro formazione artistica non avviene nei consolidati circuiti delle scuole teatrali: agli studi di storia dell’arte si affiancano, soprattutto negli anni Settanta, i laboratori di Jerzy Grotowski, Living Theatre e Odin Teatret. Fra il 1968 e il 1970 i loro primi spettacoli teatrali, col nome di Compagnia dei Tre, si pongono nel solco delle esperienze del Living Theatre e di Jerzy Grotowski e si innervano sui testi di Jacopone da Todi, Peter Weiss, Anna Frank, Allen Ginsberg, Federico García Lorca, Pier Paolo Pasolini, Thomas S. Eliot, Bertolt Brecht. Nel 1970, in concomitanza col trasferimento a Firenze, fondano la compagnia il Carrozzone, nome usato fino al 1979. Il debutto avviene con Morte di Francesco (1971) a cui fa seguito La donna stanca incontra il sole (1972). Sono opere che vengono ospitate da gallerie d’arte, segnalando la necessità di cercare circuiti alternativi rispetto a quelli del teatro. Analizzando questi spettacoli, Giuseppe Bartolucci accomuna il Carrozzone a Ricci, Vasilicò, Cecchi e Perlini parlando di “teatro immagine”, vale a dire di un teatro in cui al testo drammatico si sostituisce una forte tensione pittorica che sceglie la vista dello spettatore come senso privilegiato al quale rivolgersi.

Continua a leggere...

Documents are published in original language. In case the translation is present, both the original and the translation are published.

Writings by artists and interviews

Federico Tiezzi, Autodiffamazione e scena per Beckett (composta per Julia Anzillotti), in Franco Quadri, (a cura di), «I magazzini 9, per Beckett» Ubulibri, Milano, 1987.

Sandro Lombardi, Nella stanza del demone meridiano, in Franco Quadri, (a cura di), «I magazzini 9, per Beckett» Ubulibri, Milano, 1987.

Marion D'Amburgo, Un proclama per Beckett, in Franco Quadri, (a cura di), «I magazzini 9, per Beckett» Ubulibri, Milano, 1987.

Audio

Una galleria di ritratti d'attore

(I parte)
Un programma radiofonico in sei parti di Valentina Valentini
Regia di Valentina Valentini
Con: Giorgio Barberio Corsetti; Mariangela Gualtieri; Paolo Guidi; Sandro Lombardi; Claudio Morganti e Alfonso Santagata; Marco Solari e Alessandra Vanzi
All'interno di Audiobox, spazio multicodice di Pinotto Fava
Rai Radio2 1986
Bibliography

, a cura di Mauro Petruzziello