Categorie
rezzamastrella

Pitecus, 1995

Antonio Rezza e Flavia Mastrella. Pitecus. 1995. © Foto di Giulio Mazzi.

RezzaMastrella, Pitecus (1995)

di e con Antonio Rezza
e con Ivan Bellavista
habitat di Flavia Mastrella
assistente alla creazione Massimo Camilli
disegno luci di Mattia Vigo – Maria Pastore
macchinista Andrea Zanarini
costumi Sartoria Nennella
organizzazione generale Stefania Saltarelli
produzione RezzaMastrella; TSI La Fabbrica dell’Attore Teatro Vascello
prima rappresentazione Roma, Teatro Alfellini, ottobre 1995

Le solite scimmie

di Carlo Titomanlio
«L’uomo deve conservare la sua umanità, la quale non è un essere, ma un divenire, non uno stato, ma un moto di regresso continuo dalla propria origine, sì, dalla propria origine che l’uomo apprende come una colpa… colpa involontaria, bensì, perché l’immobile e inconsapevole vegetare della selva oscura non ce l’ho messo io nel mio essere, ma non per questo non è in me; né io ho racchiuso nella mia natura tanti bestiali émpiti e bramiti, e non posso farne carico ai miei genitori, né essi ai loro; ma non per ciò io sento meno il loro strepito, che giunge dai lontanissimi primordi sino a me, perché è in me, e si compone di tutti i gridi, dal gorgogliare del batraco allo squittire del piteco […]» [corsivo mio].

Così scriveva Pascoli in una prosa del 1905 dal titolo La messa d’oro (trascrizione di un discorso incluso in Pensieri e discorsi di Giovanni Pascoli, MDCCCXCV-MCMVI, Bologna, Zanichelli, 1914). La citazione può sembrare impropria e lontana, ed è invece quanto mai pertinente al lavoro portato in scena da Rezza e Mastrella a partire dal 1995. In primo luogo per trovare un senso al titolo, che attraverso il vocabolo latino che sta per “scimmia” rimanda, come il brano pascoliano, alla filogenesi umana, a quelle tracce che ogni individuo porta con sé, come ritornanti pulsioni antenate. Ma anche, e soprattutto, per entrare in sintonia con la visione dell’umanità di Rezza: miserabile, cioè condannata a una miseria comicamente inguaribile, all’inconveniente di essere nati, per dirla alla Cioran.

Continua a leggere...

Documents are published in original language. In case the translation is present, both the original and the translation are published.

Poster

Pitecus, 1995

locandina di Flavia Mastrella
Writings by artists and interviews

Antonio Rezza e Flavia Mastrella, Note, «www.rezzamastrella.com» ( En )

Photogallery

Pitecus

© Foto di Flavia Mastrella e Giulio Mazzi
Video

Pitecus

trailer
sottotitoli in inglese
Reviews

Massimo Marino, Rezza, risate e pulp all'italiana, «l'Unità», 28 dicembre 1996

Franco Quadri, Quel diavolo di Rezza, «la Repubblica», 22 gennaio 1997

Cristina Caccia, L'uomo? Una faccia dietro il lenzuolo, «la Stampa», 2 febbraio 1997

Simona Cappellini, L'immaginario corrosivo e sbeffeggiante di Rezza/Mastrella, «Krapp's last post», 5 giugno 2014