Achille Perilli. ©Foto di Kristin Man.
Achille Perilli. ©Foto di Kristin Man.

Achille Perilli / Gruppo Altro

Biografia Achille Perilli / Gruppo Altro

di Daniele Vergni
Achille Perilli, pittore, scultore e artista intercodice nasce a Roma il 28 gennaio 1927. Da1945, fonda il Gruppo Arte Sociale (GAS) assieme a Dorazio, Guerrini, Vespignani e altri, collabora alla nascita delle riviste Ariele e La Fabbrica. Al Centro Speriementale di Cinematografia conosce Angelo Maria Ripellino, che lo introduce all’arte d’avanguardia russa. Frequenta a metà degli anni ‘40 lo studio di Guttuso dove conosce i pittori con cui nel 1947 redigerà il maniferso Forma 1, pubblicato sul primo numero della rivista omonima. Negli anni a seguire l’attività di Forma 1 coinvolge a pieno l’opera del pittore attraverso mostre – come Arte Concreta nel 1949 –, conferenze e congressi.Nel 1950 è Urbano VIII nel Galileo Galilei di Bertold Brecht, regia di Vito Pandolfi. L’anno seguente partecipa alla mostra Arte astratta e concreta presso la Galleria Nazionale d’Arte Moderna e assieme a Dorazio e Guerrini realizza il numero 4 della rivista di architettura Spazio, interamente dedicato all’arte astratta. Tra il 1952 e il 1053 collabora alla nascita della rivista “Arti Visive” ed espone presso la Biennale di Venezia. In questi anni aumentano le attività di Perilli non solo in qualità di pittore ma anche di saggista, occupandosi di dadaismo e di design e architettura. Nel 1955 comincia a frequentare il musicista Goffredo Petrassi che lo metterà in contatto con le avanguardie musicali di area romana, tra cui Aldo Clementi, Egisto Macchi, Domenico Guaccero, Franco Evangelisti. Nel 1957 con Gastone Novelli fonda la rivista L’esperienza moderna scrivendo articoli sulla nuova figurazione in pittura, su Kurt Schwitters e sul dadaismo. Continua a esporre in varie mostre nazionali ed internazionali ricevendo premi e riconoscimenti.

Nel 1959 fonda con Luciano Cattania la casa editrice Grafica che pubblica la prima silloge poetica di Angelo Maria Ripellino illustrata dallo stesso Perilli. Nel 1961, per l’Associazione Filarmonica Romana, realizza al Teatro Eliseo con il musicista Aldo Clementi lo spettacolo Collage. Conosce e frequenta alcuni tra i poeti del futuro Gruppo 63, come Nanni Balestrini, Alfredo Giuliani e Elio Pagliarani. Nel 1962 ha una sala personale alla Biennale di Venezia. Realizza scene, proiezioni e costumi per lo spettacolo Teatro Gruppo 63 alla sala Scarlatti di Palermo. Sempre nel 1963 c’è la prima mostra personale dedicata all’artista a New York alla Galleria Bonino, e vince il premio Fontana alla Biennale di San Marino.

Continua a leggere...

I documenti sono pubblicati in lingua originale. In caso si sia reperita la traduzione, vengono pubblicati sia l'originale che la traduzione.

Scritti degli artisti e interviste
Gruppo Altro, Altro. Dieci anni di lavoro intercodice, edizioni Kappa, 1981
Teatrografia
teatrografia
a cura di Daniele Vergni
Bibliografia
bibliografia
a cura di Daniele Vergni
Links utili

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.