Categorie
Danio Manfredini

Miracolo della Rosa, 1988

Danio Manfredini, Miracolo della rosa, 1988. Archivio privato de la Corte Ospitale, 1988.

Miracolo della Rosa

Ispirato al romanzo omonimo di Jean Genet
regia Danio Manfredini
con Danio Manfredini
collaborazione al progetto Andrea Mazza
prima rappresentazione Sant’Anna Arresi (Ca), Sant’Anna Arresi Teatro, 1988.

Miracolo della Rosa

di Lucia Manghi

Miracle de la Rose, secondo romanzo di Jean Genet, comparve in Francia all’interno delle OEuvres Complètes nel 1951, mentre la traduzione italiana venne data alle stampe nel 1975 in maniera non integrale.

Cresciuto in orfanotrofio e successivamente affidato a una famiglia di contadini, all’età di quindici anni Genet venne rinchiuso nella Colonia agricola penitenziaria di Mettray, la più famosa casa di correzione della Francia. A quella «cattedrale» lo scrittore tornerà spesso con nostalgia, consacrandone il ricordo in Miracle de la Rose e ne L’Enfant Criminel. Dopo un anno di detenzione riuscì a evadere, ma fu subito riacciuffato.

In seguito la sua vita fu segnata da eventi che lo condussero spesso in carcere. Si arruolò più volte come volontario nella Legione straniera, peregrinò in Francia, Italia, Albania, Cecoslovacchia e presumibilmente anche in Spagna. Durante questi viaggi attraversò il mondo degli omosessuali, dei ladri, delle prostitute, della malavita. La sua visione di «santità» rovesciata, maturata durante queste esperienze, propone un’idea dell’assassinio e dell’azione violenta assolutamente provocatoria e inconsueta: essi sono la manifestazione dell’estrema purezza e il segno della predestinazione divina.

Romanzo autobiografico, Miracle de la Rose è ambientato all’interno di Fontevrault, il più conturbante tra tutti i penitenziari di Francia, che Genet ricorda come «il santuario verso cui pellegrinavano tutti i sogni della nostra infanzia». Nel romanzo il protagonista Jean, lo stesso Genet, riesce a vedere furtivamente un condannato a morte, Harcamone (allora era assolutamente vietato guardare chi doveva essere giustiziato), e nota le catene che porta ai piedi e ai polsi. Improvvisamente quelle catene si trasformano in una ghirlanda di rose bianche. «Sentivo in ogni vena che il miracolo stava funzionando. Ma il fervore della nostra ammirazione, in una con il carico di santità gravante sulla catena che gli stringeva i polsi — poiché i suoi capelli avevano avuto il tempo di crescere, i riccioli gli si ingarbugliavano sulla fronte con la sapiente crudeltà degli intrecci componenti la corona di spine —fecero sì che tale catena si

Continua a leggere...

Documents are published in original language. In case the translation is present, both the original and the translation are published.

Poster

Miracolo della Rosa

Teatro Out-Off, Milano, 1989
DRAWINGS

Miracolo della Rosa, 1988

Disegni di Danio Manfredini
Archivio Privato de La Corte Ospitale.
Script

Danio Manfredini, Miracolo della Rosa - estratti, «Sciami» - nuovoteatromadeinitaly.sciami.com, 2019

Writings by artists and interviews

Marco Sacchetti, Danio Manfredini, Memoria Esperienziale. Intervista a Danio Manfredini, «Alfieri. Trimestrale di informazione e dibattito sul nuovo teatro», anno IV, n. 1.

Oliviero Ponte di Pino, Una diversità non riconciliata, «il Manifesto», 20 ottobre 1995

Photogallery

Miracolo della Rosa

Danio Manfredini
©Archivio privato de la Corte Ospitale.
Reviews

Magda Poli, Miracoli e amori in cella. Genêt in una trasposizione teatrale di Manfredini, «Corriere della sera», 14 febbraio 1989

Antonio Tricomi, Dannati e Condannati, «la Repubblica», 24 gennaio 1992

Stefano Casi, Andrea Adriatico, Sotto il “Miracolo” la realtà. Gli spazi e gruppi off ridisegnano il panorama, «l’Unità», 3 novembre 1989

Brunella Torresin, “Maledetto” teatro condannato alla “Morara”, «la Repubblica», 26 ottobre 1989

R. Zun., E Genet fa il Miracolo: Manfredini all'Out Off, «il Giornale», 25 gennaio 1991

Critical writings

Sandro Avanzo, Genet a teatro, «Babilonia», n. 63 - 1989

Useful links
Context materials
Telegramma vittoria Premio Ubu 1989
Related content