Motus. Enrico Casagrande e Daniela Nicolò.

Motus

Motus. Nota biografica
di Renata Savo
«Se Motus sta per eterna trasformazione bisogna dire che il gruppo riminese osserva in questo una coerenza spinta quasi all’ossimoro: il rigore del perpetuo mutare. L’incontro con Enrico Casagrande e Daniela Nicolò coincide con una delle molte fasi di passaggio di quell’aggregazione artistica di cui sono fondatori, formazione che si è più volte allargata e poi ristretta, e che spesso si è dotata di segni di riconoscimento, come per una strabordanza estetica che sottolinea la commistione costante di arte e vita. Motus si è imposto al teatro con la naturalezza di chi arriva dalla realtà […]».
Quindici anni fa, nel 2000, a nove anni dalla fondazione della compagnia, era già chiaro che il linguaggio teatrale affrontato da Enrico Casagrande e Daniela Nicolò avrebbe subìto una “perpetua mutazione”; da un fare teatro che afferra e combina tra loro frammenti di realtà a una modalità scenica che «si libera dal teatro» per «svelare nuove frontiere e nuovi approdi».
Il cammino percorso dal 1991 al 2013, anno del debutto di Nella tempesta è stato quindi lungo e “irregolare”: gli stessi elementi del gruppo sono entrati e usciti dalla compagnia in maniera del tutto pacifica, come esito di un percorso quasi naturale, e altri se ne sono aggiunti, grazie a una serie fortunata di incontri avvenuti al momento giusto e nel posto giusto .
Unico filo rosso, Silvia Calderoni: la figura-tipo per il lavoro portato avanti dalla compagnia. La morfologia androgina dei suoi tratti somatici – dalla voce chiaramente femminile – si presta bene a identificare un linguaggio teatrale sotto certi versi “spurio”, identificativo della cosiddetta «generazione post» degli anni ’90. E a proposito della cultura di cui tale generazione si è nutrita, riportiamo una dichiarazione rilasciata nel 1996 dagli stessi Casagrande e Nicolò; un passaggio davvero utile a comprendere l’origine dell’interesse mostrato dalla compagnia verso le istanze di realtà e, soprattutto, a individuare il contesto produttivo attraverso il quale hanno preso forma le idee…Continua a leggere…<

VIDEO
Mi muovo dunque sono. Il teatro "non stabile" dei Motus
Dal festival di Santarcangelo Motus si racconta.
Di Ermanno Muolo
Intervista a Silvia Calderoni (Motus): ai margini
Intervista a Silvia Calderoni, attrice di Motus e Premio Ubu 2009 come giovane attrice Under 30.
A cura di Bonsai TV.
TEATROGRAFIA
teatrografia
a cura di Renata Savo
BIBLIOGRAFIA
bibliografia
a cura di Renata Savo
LINK UTILI

Lascia un commento